Dopo oltre 40 anni di esperienza sul campo, noi Sidda Disinfestazioni Firenze, abbiamo deciso di raccogliere in questo articolo tutte le vostre domande sulle zanzare e abbiamo pensato di scrivere delle risposte semplici e veloci per togliervi qualche curiosità.

Per avere un ordine alle domande sulle zanzare abbiamo creato dei gruppi omogenei di risposte: CHI, COME, PERCHE’, COSA, DOVE e varie.

Chi: le zanzare chi pungono e chi non pungono

zanzara; disegno; firenze;

Se dobbiamo dividere in due grandi gruppi chi è soggetto a puntura di zanzara e chi non è soggetto dobbiamo considerare gli animali a sangue caldo, dagli animali a sangue freddo.

Quindi per fare un esempio la zanzara preferisce pungere i mammiferi, ma la zanzara punge anche rettili e anfibi.

Le femmine di zanzara pungono in cerca di emoglobina e proteine, ricavano queste sostanze da mammiferi, uccelli, rettili, anfibi e invertebrati, in base alla specie ed al territorio in cui si trovano.

I parametri che segue la zanzara per scegliere la sua preda sono: odore, temperatura, produzione di anidride carbonica, sembra che le zanzare riescano a percepire questi parametri fino a 150 metri di distanza, in un ambiente non ventilato

NOTA CURIOSA: le zanzare hanno inoltre una particolare “simpatia” per i consumatori di alcolici, forse per la produzione attraverso il loro sudore, di maggiori quantità di sostanze attiranti come l’acetone.


Chi morde più volentieri la zanzara? (a parità di specie e temperatura corporea)

Recenti studi sembrano indicare nella zanzara la capacità di individuare il tipo di sangue del soggetto e quindi la zanzara sembra andare in caccia di chi ha il gruppo sanguigno “0” più del doppio rispetto a chi ha il sangue tipo “A” e più del quadruplo chi ha il sangue tipo “B”.


Chi Mangia le zanzare?

Le Zanzare in natura hanno tanti nemici e sono il cibo prediletto per gechi, pipistrelli, uccelli insettivori, rondini, ragni ma solo quando sono diventati adulti.
Durante la fase larvale (che trascorrono interamente in acqua) sono predate da varie tipologie di pesci come le gambusie, i pesci rossi etc…


Chi Studia le zanzare?

Lo studioso per eccellenza è l’entomologo, il più famoso nella storia è stato Jean-Henri Casimir Fabre (Saint-Léons du Lévézou, 22 dicembre 1823 – Sérignan-du-Comtat, 11 ottobre 1915) è stato un entomologo e naturalista francese, considerato il padre dell’entomologia (wikipedia) che fu definito da Darwin “un ossertore eccezionale”.

Anche noi disinfestatori dobbiamo studiare costantemente le Zanzare per avere il miglior rapporto possibile con la natura e l’ambiente in cui sono inserite: ricordiamo a tutti che il nostro obbiettivo è quello di raggiungere un equilibrio fra la salvaguardia dell’ambiente e la liberazione dello stesso dalle zanzare.


Come Allontanare le zanzare

Questa è la base della nostra attività e quindi delle vostre domande.

In natura esistono delle sostanze e aromi dissuadenti, diciamo poco gradite dalla zanzare e quinndi che aiutano a tenerle un po’ distanti come per esempio la citronella. Infatti alcune sostanze prodotte dall’uomo hanno in aggiunta la citronella sia per l’odore più gradevole che per il fastidio più persistente per la zanzara.
Una pianta che la zanzara non gradisce è il geraneo sempre per il suo odore persistente.
Altri odori poco graditi sono quelli della lavanda, del caffè, limone, aceto, ….


Come Eliminare le zanzare

Diciamo che con questa seconda distinzione vogliamo fare una azione più pervicace e insistente.

Ci sono due fasi fondamentali da svolgere e profondamente diverse tra loro e questo è importante ricordarselo perchè spesso le soluzioni “fai da te” ne coprono solo una o non coprono combinatamente entrambe le soluzioni:

1- Azione antilarvale ovvero tutte quelle azioni che impediscono alle zanzare di completare il loro ciclo biologico mediante applicazione di prodotti idonei nelle raccolte di acqua pubbliche o private (griglie, sotto vasi etc.)

2- Azione adulticida tutte quelle azioni volte ad abbattere la popolazione delle zanzare adulte mediante l’utilizzo di prodotti a basso impatto ambientale



Una nota importante: spesso, nel fai da te, vengono utilizzati prodotti a grandissimo impatto ambientale anche se reperibili in “libera vendita” presso il negozio sotto casa o al supermercato.
Noi, come specialisti della disinfestazione, usiamo prodotti molto meno nocivi per voi e per l’ambiente che vi circonda rispetto ai prodotti in libera vendita e usiamo tecniche che colpiscono le larve e le zanzare adulte in maniera perfettamente combinata.


Come Difendersi dalla zanzara

Ovviamente ci sono tanti accorgimenti da adottare e se leggi questa guida ti aiuteranno tutti, qui prendiamo per esempio una persona ad un aperitivo in un giardino al tramonto:

– evitare odori attraenti come i profumi e nel caso preferire quelli agrumati. Se avete un geraneo a casa, pochi minuti prima di uscire di casa strusciarsi addosso due petali.
– meglio indossare colori chiari, su tutti il bianco

– se possibile coprire le zone più colpite dal morso della zanzare came caviglie, collo, polsi…

– magari, se presente, stare in una zona più ventilata del giardino

– se proprio non è possibile evitarlo, usare repellenti a basso impatto ambientale


Come Pungono le zanzare

La zanzara individua il punto del suo prelievo sanguigno e si appoggia sull’ospite silenziosamente. In questo momento non si percepisce ancora la presenza.
Appoggia la sua proboscite seghettata e cava al suo interno sull’ospite e la usa come un ago di una siringa.
Con la proboscide va alla ricerca di un capillare dove prelevare il sangue.
La zanzara inietta della saliva per rendere la zona Anestetica e Anticoagulante ovvero non farti sentire male e non interrompere il flusso del sangue.
A quel punto senti il dolore perchè aspira il sangue che le sarà utile per far maturare le sue uova.


Come si Riproducono le zanzare

Il maschio si accoppia in volo con la femmina, essa grazie al sangue dei mammiferi le porta a maturazione e le depone sul pelo di ristagno d’acqua. Le larve di zanzare infatti vivono in acqua.


Come Nascono le zanzare

Dopo aver depositato le uova fecondate in acqua, a seconda della temperatura (più è caldo e meno tempo occorre per le gestazione) la zanzara si trasforma in larva e dopo alcune fasi diventa pupa e infine individuo adulto.


Cosa Mangia una zanzara

No, non mangia il sangue.
Le zanzare, sia maschio che femmina, si nutrono di nettare e liquidi zuccherini.


Cosa Attira la zanzara

Come abbiamo scritto sopra la zanzara viene attirata in ordine di rilevanza: dalla temperatura del corpo, il suo odore, quindi sia sudore che acido lattico o acido urico, la produzione della anidride carbonica, il gruppo sanguigno…. la sfortuna di essere il più vicino o l’unica persona presente in quella zona!

Inoltre sembra che prediligano gli individui con il gruppo sanguigno 0 ed alcuni colori come il nero, il rosso ed il blu.


A Cosa Servono le zanzare

Le zanzare fanno parte del ciclo della vita sulla Terra, entrano nel ciclo alimentare animale come soggetti sia attivi che passivi.



Cosa fanno le zanzare e dove si nascondono le zanzare

Le zanzare quando sono all’aperto, nelle ore più calde della giornata, si riparano nel verde delle siepi, all’ombra di qualche foglia, comunque vicino al verde e all’acqua.
Al chiuso cercano di stare in zone più fresche aspettando le ore dove si risvegliano e sono più fastidiose e pungenti.


Perchè le zanzare Prudono

Come abbiamo risposto prima, prude nel momento in cui iniettano l’anticoagulante, ma non prima, e l’anestitico per il morso.


Quale zanzara punge

La zanzara che punge è solo la femmina, perche non punge per cibarsi del nostro sangue, ma necessita del sangue per avere le proteine necessarie per far sviluppare le uova.


La zanzara trasmette la Malaria

Sì, ma solo un tipo di zanzara trasmette la malaria e appartiene al genere Anapheles.


La zanzara trasmette il Coronavirus

No, al momento non è stata rilevata nessuna correlazione tra la zanzara, la sua attività e la diffusione del virus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *